IL CURIOSO GIORNALISTA

Un libro arguto e divertente che si sfoglia e si legge con grande piacevolezza, dedicato non solo agli aspiranti giornalisti e a chi già svolge questa professione, ma anche a coloro che hanno a cuore i temi della scrittura, a chi intende continuare a coltivare la memoria storica, a coloro che s’interrogano sul presente del giornalismo e sul suo futuro, sulle opportunità ma anche sui pericoli che vengono alla pratica di questo mestiere dalle nuove tecnologie e soprattutto dalla Rete. Un viaggio nel “mestiere” più bello del mondo, ricco di curiosità, aneddoti, suggerimenti e consigli preziosi.
Il giornalismo può e deve raccogliere questa sfida per non soccombere, puntando sulla qualità della scrittura, sull’esattezza delle notizie, sulla cifra deontologica dell’informazione utilizzando anche i nuovi media. E questo libro si rivela davvero un validissimo strumento di lavoro.

Il volume comprende anche un sintetico dizionario-prontuario in cui viene raccontata l’origine di frasi, slogan, definizioni che hanno intessuto il lessico giornalistico e politico di questi anni e hanno ormai superato la dimensione della cronaca. A corollario del volume, una Appendice con nomi, fatti e suggerimenti soprattutto di metodo per la scrittura dei testi, utili per la preparazione agli esami di Stato e fare le interviste, ma anche per ripercorrere la storia contemporanea del Paese,  evitando errori comuni e frequenti, relativi a modi di dire diffusi quanto sbagliati, citazioni approssimative, tic linguistici, cedimento acritico alle lingue straniere. Infine, un motivo che percorre tutto il libro: la necessità di collocare le notizie nel loro contesto culturale, sociale, storico. Di vestirle, come dice il sottotitolo, della loro viva storicità nel legame con il proprio tempo.

ISBN 9788889991251
352 pagg. brossura, 19,00 euro

disponibile dal 1° marzo presso l’editore
paypal.me/mediabooks

o su AMAZON

e tutte le librerie digitali